La mancanza di tale certificazione impedisce di verificare se il titolo conseguito è conforme alle Linee guida e se lo svolgimento dell’attività non configura l’abuso della professione medica o della credulità popolare.


La certificazione a norma ISO-2020 garantisce privatamente (in mancanza di regolamentazione legislativa, essa non può avere valore legale, ma solo di tutela privatamente e liberamente fornita da una associazione privata) il rispetto dei requisiti minimi per la formazione online in naturopatia, cui fa riferimento la Federazione Italiana Naturopati, tra i quali:

- Diploma e non semplice Attestato
- Monte ore calcolato in pagine di testo delle lezioni pari ad almeno 5000, corrispondenti ad almeno 1800 ore di studio
- Esami, test e verifiche scritte con valutazione oggettiva e sempre verificabili.
- Docenti rigorosamente laureati con formazione accademica in materie attinenti le Scienze del benessere
- Certificazione tramite dichiarazione espressa da parte del naturopata, convalidata dall’ente di certificazione ENSA a seguito di superamento dell’esame finale del Master, di conformità della pratica professionale alla legislazione vigente nell’Unione Europea in materia di professioni che operano nell’ambito della salute e del benessere e al di fuori di quello sanitario.
- Certificazione di conformità a norma UNI-ISO con riconoscimento dellaFederazione Italiana Naturopati

Per coloro che abbiano già conseguito un titolo in naturopatia non conforme alle linee guida, è possibile la convalida tramite la frequenza al Master di Alta Formazione in Naturopatia.

Per informazioni e iscrizioni, scrivere all'Ente europeo di certificazione Holistic Sciences Academy, allegando documentazione utile per la valutazione del possesso dei requisiti richiesti: info@holisticsciences.academy.

ISO-2020: chiariamo i termini.

* ISO-2020: ISO è l'acronimo di Istituto di Scienze olistiche, traduzione italiana di Holistic Sciences Academy, l'Ente che ha redatto le Linee Guida Europee pubblicate con l'ultimo aggiornamento con delibera n° 4 del 5 maggio 2020.  Si ricorda che in mancanza di regolamentazione legislativa della materia, la certificazione privata di HSA non ha, naturalmente, valore legale e abilitante la professione, dal momento che essa non è regolamentata dalla legge, e assume quindi il ruolo di tutela liberamente e autonomamente fornita da una associazione privata la quale attesta la conformità del titolo ai principi deontologici e metodologici diffusi dalla associazione stessa. Lo scopo è quello di distinguere, secondo l'associazione stessa, a seguito di verifica delle competenze, i professionisti che operano secondo principi etici di rispetto delle altrui competenze professionali e in modalità di consulenza, non operativa, rivolta alla promozione del benessere e mai alla diagnosi o alla cura di patologie.